-

siti web

martedì 3 febbraio 2015

VACANZE DA TIFFANY DI FRANCESCA BALDACCI : COLPO DI FULMINE A PRIMA VISTA

Salut à tous,

Io adoro leggere. Sono fortunata perché posso leggere tranquillamente in tre lingue diverse e mi stupisco sempre di come sia facile e naturale, leggere in italiano.
La mia attrice preferita è Audrey Hepburn, pensate che se avessi avuto una femmina, avrei voluto chiamarla proprio Audrey. Ho chiamato tra l'altro in questo modo il mio primo bambolotto e visto che ho due maschietti, che non scambierei per niente al mondo, va bene così.
Un'altra mia passione è il marchio Tiffany, questo colore verde acqua, questi gioielli e questi sacchetti così particolari. Pensate che ad una mia amica che mi ha chiesto cosa volessi da New York come regalo di natale, ho chiesto proprio un sacchetto Tiffany preso dalla famosa boutique. Mi sono solo sentita in colpa perché la mia amica si è dovuta fare un regalo pur di farmi avere quel sacchetto ma per me è come se valesse oro e non smetterò mai di ringraziarla per questo bellissimo regalo.



Mentre giravo vari gruppi del social Facebook, sono capitata sulla copertina di un libro dal colore significativo: il verde Tiffany e dal titolo Vacanze da Tiffany e da lì sono diventata curiosissima e ho iniziato a seguire la pagina dedicata al libro.
Negli ultimi anni, sono stati pubblicati molti libri con il marchio nel titolo, ma di produzione americana, e devo dire che non tutti mi sono piaciuti. Secondo me, per alcuni il marchio è stato usato appositamente per invogliare il lettore.
Devo dire che nel caso di Vacanze da Tiffany non è assolutamente così. A Natale, dopo diverse settimane che seguivo la pagina, mi sono decisa ad acquistarlo online e vi dico solo che l'ho letto in 3 giorni (ma solo perché avevo diversi impegni perché l'avrei finito molto prima).


Vacanze da Tiffany è stato un caso fortunatissimo di self-publishing digitale e l'ebook ha scalato le classifiche di Amazon, rimanendo per diversi mesi nella top 100 e conquistando migliaia di lettrici.

L'autrice:
Francesca Baldacci scrive da sempre, da racconti per svariate riviste femminile è stata anche sceneggiatrice Disney ma anche giornalista sportiva. Proprio così una persona con una mente a 360°!

La storia:
Angy, lasciata dal fidanzata e dopo essersi tolta qualche sassolino dalla scarpa, decide di voltare pagina e di andare ad aiutare le sue due zie nel loro albergo per la stagione estiva : "Hotel Tiffany". Un luogo unico dove sembra essersi fermato il tempo negli anni Sessanta e che è, come dice il nome stesso, un omaggio al film culto "Colazione da Tiffany". Riuscirà a mettersi tutto alle spalle? A dimenticare questa brutta esperienza? Chi è quel misterioso cliente molto riservato della camera 8?

Mi fermo qui perché se vi racconto tutto, non lo vorrete più leggere!

La mia opinione:
E' proprio il tipo di romanzo che mi piace e che avevo proprio bisogno di leggere in questo momento. Mi sono sentita anch'io una protagonista, magari una cliente che assiste involontariamente a tutto quello che succede e che assapora l'atmosfera rilassante e magica di questo albergo della riviera. I personaggi sono molto teneri, come le zie Camilla e Gisella sono veramente adorabili, appassionate e anche divertenti, mi sono immaginata tante volte le originalissime catenelle degli occhiali della zia Camilla e mi viene ancora da ridere. Poi c'è Renato, quel ragazzo un po' strano, lunatico, a volte proprio antipatico ma tanto apprezzato dalle zie, l'avvocato Berti, molto simpatico e che fa tenerezza. Ovviamente Angy è veramente molto simpatica, divertente e frizzante. La scena della sua vendetta è tra le mie preferite. Mi è venuta in mente leggendola e qui, vengono fuori le mie radici francesi, una scena del "Tempo delle Mele" quando la madre di Vic va in una certa profumeria, non so se avete presente... in modo più tranquillo ma efficace... non dico altro. Senza dimenticare Gatto, troppo divertente e al posto giusto nel momento giusto a volte.
E' un romanzo che trasmette serenità, romantico ma nel senso giusto della parola perché il suo successo dimostra anche che non c'è sempre bisogno di scene spinte per vendere. 
Veramente, non avrei una critica da fare, magari una a me-stessa per non averlo acquistato prima! 

Alcune mie battute preferite:
Ce ne sarebbero diverse ma metterei solo queste due.

"Sei l'arcobaleno della mia vita"

"Ci era sufficiente stare insieme per volare alto, sopra le nuvole e oltre, persi in un mondo tutto nostro. Un mondo dove non poteva mai accadere nulla di spiacevole. Non c'era nemmeno bisogno di dirsi "ti amo", perché sapevamo leggerci in mente."

Sul retro della copertina è scritto: "Il primo vero omaggio al film culto 'Colazione da Tiffany'" ed è proprio vero. Tutto ricorda il film, la protagonista, l'atmosfera, la musica, il nome dell'albergo, le feste della stagione, i vari paragoni che si possono incontrare mentre leggiamo, il tubino nero, il gatto...

Se siete amanti di questo genere di lettura o del film, non potete non leggerlo, sono 280 pagine e non ne ho saltata neanche una!


Un ottimo acquisto che consiglio a tutte o tutti (magari qualcuno lo potrebbe regalare alla sua dolce metà per San Valentino). Potete scegliere tra la versione ebook o quella cartacea (io sono all'antica ma mi piace tanto avere fisicamente il libro e vederlo dopo nella mia libreria!).

Vi lascio anche il link della pagina, mettete un bel mi piace, se lo merita proprio.


A' la prochaine lecture...




2 commenti:

  1. Sono assolutamente d'accordo, Vacanze da Tiffany è un romanzo che si legge sol sorriso sulle labbra ma che sa trasmettere emozioni, che coinvolge dalla prima all'ultima pagina. La sua originalità sta proprio nel fatto che è un omaggio al film e non al negozio nonostante i numerosi riferimenti. Leggetelo, ne vale davvero la pena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un vero e proprio omaggio al film che ho riguardato proprio dopo aver letto il libro. Concorso con il commento e lo consiglio nuovamente. Grazie per il commento.

      Elimina

Grazie per essere passato/a e spero che tornerai a trovarmi... Merci d'être passé/e et j'espère que tu reviendras me voir.... ;-)